Articoli

Il Comune di Montemario e la Commissione Pari Opportunità ha organizzato un convegno in occasione della Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Violenza sulle Donne , con una lettura dei brani e l’inaugurazione della panchina rossa per sensibilizzare alla tematica l’opinione pubblica.

Un evento promosso dalla Commissione Pari Opportunità di cui fa parte anche Elisa Chiappinelli, Psicoterapeuta – Associazione Edela.

Ogni anno la Giornata Internazionale per l’eliminazione della Violenza contro le Donne ricorre il 25 Novembre.
Quello su cui si riflette ancora poco è che la vita dopo il Femminicidio continua. I familiari delle Vittime, i figli devono andare avanti con tutte le difficoltà che un tale dramma presenta.
Bambini ed adolescenti che all’improvviso si trovano catapultati in quell’esercito di fantasmi che sono gli
ORFANI DI FEMMINICIDIO sui quali, una volta spenti i riflettori dei media, piomba una silenziosa indifferenza.
L’ASSOCIAZIONE EDELA sostiene gli Orfani di Femminicidio e le Famiglie affidatarie“.

L’associazione Edela

In occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, si è tenuto un webinar dal titolo: “Dalle vittime di violenza intrafamiliare agli orfani di crimini domestici” , Testimonianze, denunce e responsabilità istituzionali.

Sono intervenuti l’avvocato Nicodemo Gentile, la criminologa investigativa Iolanda Ippolito, la criminologa e analista forense Giuseppina Seppini, il Garante dei Detenuti della Regione Campania Samuele Ciambriello, la psicologa Loredana Palaziol, l’avvocata penalista Sara Ascione, psicologo Ciro Mayol e la fondatrice dell’associazione Edela, Roberta Beolchi che ha offerto una panoramica sulle conseguenze del crimine del femminicidio, gli orfani invisibile che sono costretti ad affrontare il trauma dell’abbandono.

La Violenza di Genere è una problematica che è emersa negli ultimi 50 anni, sebbene abbia alle spalle una lunga storia. FEMMINICIDI, STALKING, AGGRESSIONI, VIOLENZE, occupano le cronache creando grande inquietudine e ponendoci numerosi interrogativi. L’uccisione di una Donna da parte di un uomo avviene per motivi di odio, avversione, disprezzo, senso di possesso.
Riflettiamo insieme per evitare altre Donne uccise!
Grazie AIDE, Anna Silvia Angelini per questa importante campagna anti violenza“.
QUESTO È SOLO UN AMORE MALATO.