Articoli

L’obiettivo del progetto Fabbrichi(AMO)Talenti è in primis, dare concreto supporto ai nonni e alle famiglie affidatarie che si prendono completamente cura della vita quotidiana ed affettiva dei Piccoli. L’Associazione Edela è al loro fianco per sostenerli, per supportarli, perché i Nonni e le Famiglie affidatarie debbano mantenere integra la loro dignità. E’ fondamentale che non vengano messi in condizioni di provare vergogna per avere delle obiettive necessità economiche, risorse finanziarie scarse-se solo ci soffermiamo sulle pensioni che percepiscono- che non consentono di crescere in totale serenità i bambini/nipoti della loro figlia uccisa o sorella o parente.

L’Associazione Edela vuole affiancare le famiglie, anche con la realizzazione dei sogni, migliorando le attitudini e peculiarità dei bambini, tramite un pool di professionisti e specialisti di ogni settore e disciplina al fine di riuscire a creare !Talenti”. Si vuole accuratamente sostenere i bambini nelle discipline che amano e vivere dei momenti di felicità, come avrebbe fatto esattamente la loro Mamma. Tutto questo ha poi un risvolto economico positivo per le famiglie; gli stessi nonni non dovrebbero più sostenere alcun onere- che attualmente grava solo ed esclusivamente su tutti i contesti familiari ai quali appartengono-quindi, la possibilità di far frequentare con serenità e libertà qualunque disciplina e mai dover rinunciare.

Il progetto Fabbrichi(AMO)Talenti nella sua totale completezza, punta anche al profilo psicologico- mediante appunto le discipline creative – a voler migliorare la crescita del bambino con la regolazione delle emozioni e l’utilizzo delle emozioni stesse. Lo sviluppo, infatti, di una competenza emotiva presuppone la presenza di conoscenza delle proprie e altrui emozioni e dell’abilità di comportamento intesa come la capacità di gestire e regolare le proprie emozioni per affrontare le diverse situazioni che si propongono. Solo così, il bambino che ha subito un trauma drammatico della perdita della mamma uccisa, che diventerà un adolescente e futuro adulto, sarà in grado di affrontare relazioni positive con gli altri e favorire comportamenti socializzanti; quindi essere in grado di gestire scambi comunicativi e capacità di stimolare il pensiero costruttivo.

PRINCIPALI OBIETTIVI:
● La sensibilizzazione allo studio: elemento fondamentale che permette di valorizzare i sogni e le ambizioni dei bambini e degli adolescenti, quindi volti agli orfani invisibili vittime superstiti di femminicidi, ridonando loro la speranza e la forza per un futuro sereno e con la possibilità di studiare, tracciarsi un futuro migliore e soprattutto libero, elemento che la cultura consente ad ogni individuo.

Individuazione delle attitudini e dei desideri del bambino: le qualità personali e le aspirazioni dei piccoli, se sviluppate precocemente, potrebbero rivelarsi un contributo per un futuro professionale più solido e una vita serena fondata sui propri  sogni.

Miglioramento della salute fisica e mentale: i traguardi che l’Associazione Edela si prefigge sono insegnare a giocare, a socializzare, a sorridere, a sognare, a coltivare le passioni, tornare alla vita normale, ridonare il Sole nella loro vita e la voglia di crederci. Il bambino verrà assistito da figure professionali esperte nel recupero mentale post traumatico, attraverso incontri e attività di riabilitazione.

Concreto supporto alle famiglie affidatarie: attraverso il progetto Fabbrichi(AMO)Talenti l’Associazione Edela si impegna ad investire in politiche di sostegno delle attività creative che vadano a migliorare quindi la vita dei bambini e lo status economico e sociale delle famiglie affidatarie, secondo le varie necessità che verranno attentamente e accuratamente valutate, sottraendole dalle spese fisse di tutto ciò che sostengono per corsi e attività scolastiche ed extrascolastiche.

Aziende sponsor : al fine di poter sostenere il maggior numero di famiglie affidatarie, è fondamentale che il progetto Fabbrichi(AMO)Talenti possa essere sponsorizzato da aziende di rilievo ciascuna nel proprio settore, che possano entrare in sinergia con l’effettiva mission dell’Associazione Edela e condividere il percorso di crescita e miglioramento di vita dei bambini. Ogni intervento sarà pianificato pensando a tutta alla realtà territoriale, da ognisingola citta fino al piccolo comune dove, purtroppo, l’ambiente sociale è più complesso e talvolta arido.

Infine, ribadiamo ancora che l’obiettivo essenziale del progetto Fabbrichi(AMO)Talenti è valorizzare e valutare attentamente ogni singolo bambino e le relative attitudini, seguirli con Amore e analizzare le loro spiccate peculiarità indirizzandoli alle attività che più li appassionano e crescere in serenità come tutti i bambini del Mondo senza alcuna differenza.

L’Associazione Edela desidera fortemente rivolgere una particolare attenzione al momento storico che tutti abbiamo vissuto negli ultimi mesi di emergenza COVID-19
e la situazione economica degli Orfani di Femminicidio si è notevolmente aggravata, perché invisibili erano ed ancora più invisibili sono! Senza il nostro concreto, rapido
ed efficace intervento molti bambini verranno allontanati anche dai nonni materni ai quali sono stati affidati. C’è infatti una fascia di popolazione particolarmente vulnerabile per tutti: i nostri anziani, esposti ad un insidiosissimo rischio di contagio, insieme a coloro che se ne prendono cura. Nonni che prima del Covid-19 avevano molteplici difficoltà a sostenere i nipoti affidati ed ora ancora di più, molti in cassa integrazione e soprattutto sanno molto bene di essere più fragili di fronte al virus.

Tutto questo continua ad essere un dramma nel dramma!

Le attività da svolgere saranno strutturate in:

Laboratori di teatro: fare teatro aiuta i bambini più introversi e timidi, accresce l’autostima, affina il senso estetico e migliora persino la percezione dello spazio. I bambini crescono più sereni in un universo magico-libera da ansie e paure ed è indicato per chi vive dinamiche familiari complesse e difficili come gli orfani .In riferimento all’aspetto emozionale precedentemente trattato, il teatro è per questo da non sottovalutare. Insegna a gestire l’agitazione, la paura, che un bambino prova subito prima e durante le rappresentazioni.

Laboratori di musica e canto: i bambini e la musica sono buoni amici già nell’utero materno. Amano cantare e quindi la stessa ha effetti benefici aumentando le capacità creative, di concentrazione –gli orfani faticano molto a concentrarsi-e di immaginazione e sviluppa la memoria.

Laboratori di danza: è una delle discipline motorie più complete in assoluto ed i benefici sono tanti. La danza è un’attività completa dai molteplici benefici fisici e psicologici. Praticata dai bambini, contribuisce a mettersi in armonia e sintonia con le parti più profonde. La danza arricchisce l’Anima e questi Piccoli ballando troveranno la pace.

Laboratori di pittura: è tra le migliori espressioni di arte per un bambino e per bambini particolarmente introversi con difficoltà di apprendimento. Di comportamento e salute. Infatti , dipingere e far esprimere i bambini su tela, carta o qualsiasi superficie permette loro di manifestare sentimenti e pensieri quando c’è bisogno di comunicarli e non si sa come fare.

Laboratori di scrittura creativa e lettura: mirati a stimolare la mente al confronto e all’ampliamento delle conoscenze, oltre all’acquisizione delle competenze necessarie per la corretta redazione di libri e storie adatte a seconda dell’età, rispettando le regole sintattiche, grammaticali e ortografiche della lingua italiana,coadiuvati da editing del settore pedagogico, per una perfetta espressione di comunicazione al fine di stimolare il bambino qualora dimostrasse già attitudini verso la scrittura; portarli ad una crescita personale di scrittura, insegnare le adeguatetecniche al fine di realizzare la stesura del proprio libro.

Laboratori sportivi: orientati all’integrazione del bambino all’interno della squadra, o sport individuale, inteso come modello di micro società, fornendo gli strumenti per relazionarsi con i propri coetanei ma in un momento di divertimento e sana competizione. Ogni bambino verrà esaminato, da professionisti di tutte le discipline, per essere inserito nella categoria sportiva dove eccelle e migliorare tecniche e capacità e unitamente alla gioia di frequentare il corso di sport tanto desiderato.

Laboratori di informatica e nuove tecnologie: finalizzati alla conoscenza degli strumenti tecnologici che il bambino già possiede come caratteristiche personali, ma che può con corsi più specifici ampliare, migliorare e svolgere ulteriori attività, supportato da specialisti web tutor che mirano all’insegnamento dell’uso tecnologico, unito all’insegnamento della consapevolezza dell’uso di questi mezzi tecnologici.

Laboratori di lingue straniere occidentali e orientali: indirizzati all’apprendimento di chi dimostra spiccate doti e voglia interfacciarsi già da piccolini con mondi e contatti diversi. Parlare correttamente una o più lingue rappresenta un valore aggiunto che le conoscenze linguistiche costituiscono in ambito personale, scolastico, e da adulti, anche per un futuro professionale.
L’apertura, poi, a lingue orientali che sta sempre più sviluppandosi fortunatamente anche in Italia, favorisce la maturazione del rispetto per le diversità: sociali, culturali, ideologiche, religiose.
Laboratori di cucina e pasticceria: mirati all’apprendimento delle tecniche basilari di cucina e pasticceria, e non solo. È noto che il cibo è, per tutti, il primo veicolo di relazione umana: e grazie alla necessità di essere nutrito che il bambino stabilisce la sua prima relazione interpersonale. Educare il bambino alla preparazione del cibo significa favorire il suo naturale percorso di acquisizione di autonomia: dall’essere passivamente nutrito dalla mamma, il bambino pian piano passa a prepararsi da solo da mangiare, per poi giungere a cucinare per gli altri, attività che contribuisce a migliorare la propria autostima, a migliorare le proprie emozioni e condividerle con il prossimo.

Un imperdibile appuntamento con la solidarietà, la serata Charity che si terrà stasera a Milano, nella splendida cornice di Palazzo Parigi. L’evento è organizzato da Feminin Pluriel Italia, il network femminile guidato dalla presidente Diana Palomba. I fondi raccolti durante la serata verranno devoluti anche ad Edela, associazione sostenitrice di orfani di femminicidio e famiglie affidatarie, guidata da Roberta Beolchi. Un legame forte e constante quello che lega Feminin Pluriel ed Edela, così come sottolinea la presidente Beolchi: “ Ormai c’è un fil rouge che ci unisce, condividiamo l’amore per i bambini, per lo studio, la cultura, la sensibilità. Il nostro obiettivo è prendere per mano coloro che non ce la fanno, in particolar modo le famiglie affidatarie degli orfani di femminicidio. Questo ha creato un punto di forza, di unione per il raggiungimento di obiettivi seri e concreti per tutti gli orfani di femminicidio”.

Presidente Beolchi, Edela sarà ospite di onore della serata….

“Onoratissima di essere presente stasera a Palazzo Parigi in questo Charity,  un evento organizzato dalla stessa presidente di Feminin Pluriel Italia, Diana Palomba, con impegno, dedizione, costanza e professionalità. La  ringrazio ufficialmente di far parte ormai della famiglia di Edela come tutte le socie del network Feminin Pluriel Italia”.

Quest’anno sarà presente anche Valentina Belvisi, un’orfana di femminicidio abbracciata e sostenuta da Edela

“La presenza di Valentina renderà la serata ancora più emozionante. E’ una ragazza che ha subito questo dramma, l’uccisione della mamma, ma ce l’ha fatta. Si è sposata, ha creato una sua famiglia ed è anche diventata ambasciatrice di Edela, lo scorso giugno, durante la prima edizione del Premio Edela. Insieme a noi, raccoglie le testimonianze, i bisogni, le necessità degli orfani di femminicidio e delle famiglie affidatarie. Scendiamo in campo nel concreto per risolvere le diverse problematiche, che in fondo è lo stesso obiettivo di questo Charity”.

 

Con la raccolta fondi di questa serata, cosa farà Edela nei prossimi mesi?

“Il nostro obiettivo primario è quello di garantire lo studio a chi ha perso anni di scuola, con recupero in istituti scolastici, al fine di farli regolarizzare con gli anni, dare loro la possibilità di frequentare corsi specifici professionali e università, in modo da poterli inserire nel mondo del lavoro. Partirà, da questa sera, in concomitanza con questo Charity, il progetto “Fabbrichiamo Talenti”, pensato con molte nonne e nonni affidatari perché Edela non vuole solo adempiere ai bisogni imminenti, ma anche e soprattutto ai sogni dei bambini”.